La Dieta Mediterranea prende la scena al Parlamento europeo – EuNews

L’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la promozione del Made in Italy Ice ha organizzato l’evento “La Dieta Mediterranea: Convivialità, Sostenibilità e Innovazione. Gli Ingredienti della Cucina Italiana per la Salute, le Economie locali e la Biodiversità”
Bruxelles – Un dibattito e la successiva, immancabile, degustazione, ha portato ieri (16 novembre) nuovamente la Dieta Mediterranea al parlamento europeo di Bruxelles.
Nell’ambito degli eventi in programma per la Giornata mondiale della Dieta Mediterranea e nel quadro della strategia comunitaria “Dal produttore al consumatore”, l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la promozione del Made in Italy Ice ha organizzato l’evento “La Dieta Mediterranea: Convivialità, Sostenibilità e Innovazione. Gli Ingredienti della Cucina Italiana per la Salute, le Economie locali e la Biodiversità”, con il supporto della Farnesina.
Il seminario si é posto l’obiettivo di promuovere la dieta mediterranea e la valorizzazione economica delle esperienze alimentari locali come strategia di sviluppo economico e sociale, con una crescente attenzione agli impatti ambientali.  L’evento é stato caratterizzato da un panel introdotto dal direttore dell’Ufficio ICE di Bruxelles Tindaro Paganini e dall’ambasciatore Stefano Verrecchia.
Il professor Roberto Capone, Responsabile del CIHEAM (Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari), ha illustrato la Dieta mediterranea come “un modello alimentare sostenibile che ha benefici sanitari, economici, socio-culturali e ambientali riscontrabili”. Gli interventi di numerosi deputati europei che si occupano della materia, quali Paolo De Castro, Andreas Schwab, Nicola Procaccini, hanno sottolineato l’importanza di preservare il cibo sano e di provenienza locale e le tradizioni regionali.
La deputata europea Camilla Laureti, membro della Commissione AGRI, ha concluso i lavori mettendo in evidenza diversi aspetti legati alla dieta mediterranea quali “la promozione delle aree interne e della biodiversità”. 
di Lorenzo Robustelli
di FISE
di Rosa Balfour
di Diego Marani
di Fabio Ciriachi
di Lorenzo Consoli
di Ru Catania
di Virgilio Chelli
di Francesco Cardarelli
di Michele Di Salvo
di Adamo
di Alfonso Bianchi
di EuDem
di Bogdan Pavel
di Fabrizio Saulini
di Elido Fazi
Cartelli con i ritratti delle vittime della repressione iraniana (Parigi, 6 dicembre 2022). Più di 200 persone sono state uccise in Iran da quando sono scoppiate le proteste a livello nazionale per la morte durante la custodia della polizia di Mahsa Amini. JULIEN DE ROSA / AFP
 

source

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *