Il beauty Made in Italy vola in Asia – FashionNetwork.com IT

I prodotti di bellezza italiani sono rinomati nel mondo, come i brand della moda. L’attenzione verso profumi, creme e rimedi per capelli messi a punto nel nostro Paese cresce in tutta l’area Asia-Pacifico. Qui l’export del beauty Made in Italy è infatti cresciuto del 22,8% nel 2021, raggiungendo il valore di 944 milioni di euro, pari al 19,5% del totale realizzato nel mondo. Il trend si conferma per i primi sei mesi di questo anno con un ulteriore + 16,4% sul 2021.

Un centinaio dei principali brand della cosmesi italiana sono in mostra dal 16 al 18 novembre alla manifestazione Cosmoprof Asia, che riapre per la prima volta i battenti in presenza dopo le chiusure degli anni passati scanditi dalla pandemia. Settanta di questi marchi d’eccellenza, imprese di prodotti finiti, brandizzati e contoterzi, specializzati in skincare, haircare e packaging, sono esposti in fiera alla collettiva organizzata da Ice con Cosmetica Italia, l’associazione nazionale delle imprese cosmetiche.

“Il 2022 si rivela essere un anno caratterizzato da segnali incoraggianti per il nostro settore come il ritorno ad appuntamenti in presenza, come nel caso della manifestazione Cosmoprof Asia che riapre al centro espositivo Singapore Expo, insieme alla resilienza delle nostre imprese e agli investimenti in ricerca e sviluppo”, spiega Benedetto Lavinio, presidente reggente di Cosmetica Italia. “L’area asiatica concentra una quota pari al 19% del totale delle esportazioni dei nostri prodotti nel mondo. Hong Kong, Cina e Singapore sono in testa ai principali paesi asiatici che ambiscono a comprare i nostri prodotti beauty: l’export italiano verso questi Paesi nel 2021 rispetto al 2020 ha ripreso a correre ed è cresciuto, rispettivamente, del 23,1%, del 16,7% e del 4,2%”.
Alcuni prodotti di bellezza hanno particolare successo nei Paesi asiatici. Spiega Lavinio: “Il 41% dell’export cosmetico italiano in questa aera del mondo è composto dalla profumeria alcolica che nel 2021 è cresciuta di quasi il 30% rispetto all’anno precedente, per un valore di 383 milioni di euro. Molto richiesti anche i prodotti per il viso e per il corpo con 310 milioni di euro e un incremento del 20% nel 2021. Rinomati e sempre più amati anche i prodotti per capelli made in Italy che registrano un trend positivo di quasi il 27% e un valore di 121 milioni di euro”.

Cosa colpisce di più gli abitanti delle nazioni asiatiche in quanto a beauty? Il Centro Studi dell’associazione Cosmetica Italia ha sondato quali claim piacciono di più in questa parte del mondo: vincono alcune azioni di creme e belletti, in particolare le capacità di idratare le pelle, nutrirla e illuminarla. Alta l’attenzione infine verso i ritrovati che combattono l’invecchiamento in chiave ‘no age’ mentre la ricerca di prodotti naturali, da sempre amati dalle donne asiatiche, ha raggiunto curve di maturità.
Copyright © 2023 ANSA. All rights reserved.
Notizie
Lavoro
Video
Sfilate
Gallerie
Agenda
About
Partner
Pubblicità
Contatti
Informazioni legali
Condizioni generali di vendita

source

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *